lunedì 13 ottobre 2014

13 ottobre

A te e ai tuoi ricci biondi domati per 60 anni,
a te e ai tuoi riposini pomeridiani,
a te e ai tuoi film di dracula in bianco e nero sul divano vicine,
a te e alla tua radiolina accesa tutte le sere per sentire Fiorello,
a te che con la tua intelligenza hai nutrito 3 bambini,
a te e alla tua cazzo di sigaretta sempre accesa,
a te e alle tue mani "da contadina",
a te e ai tuoi occhi d'oro,
a te e ai tuoi jeans in una città di provincia, ti chiamavano "l'americana",
a te che mettevi l'anello per giocare a tappo,
a te che ballavi il twist ridendo con papà davanti ai miei amici perchè ci vergognavamo come ladri,
a te che vivi sempre nelle tue parole "sei stanca dopo una giornata a lavoro? pensa che fra qualche anno tornerai a casa e c'avrai pure una cena da cucinare e dei bambini a cui pensare"
:)
a te che come tutte voi avete sempre ragione
a te mamma, auguri

7 commenti:

  1. Mi dispiace molto non averla conosciuta. Davvero. Ci penso spesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sai che ti sei persa ;) ti avrebbe guardato con i suoi occhi di ghiaccio, ti avrebbe studiato e poi gli occhi sarebbero diventati d'oro ... secondo me.

      Elimina
  2. Auguri Signora, noi ci volevamo bene e si scherzava bene, come accade poche volte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già, si scherzava tanto bene con lei

      Elimina
  3. quanto devi averla amata e quanto ti manca . Ancora si sente nelle tue parole, nel tuo ricordo

    RispondiElimina
  4. quanto si ama una mamma e quanto può mancare una mamma, è mancata che ero già adulta ma resta nei miei ricordi una presenza fatata, indefinibile. Pochi giorni fa mio padre mi ha chiesto "che ricordi hai della tua infanzia e di tua mamma?", ricordo le piccole trovate e la sensazione di essere avvolta da una sciarpa calda fatta su misura per me e solo per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella sensazione, bellissimo modo per ricordarla Mi piacerebbe essere ricordata così !

      Elimina