lunedì 13 maggio 2013

Maggio

Ieri c'era troppo rumore e pace e un bel vento fresco  ...
Oggi sono sicura di averti visto nel sorriso di una mia foto mentre tengo in braccio mia figlia ... e volevo dirtelo.
Scusa se ieri mi sono piaciute così tanto quelle rose ... so che non impazzivi per loro ...
Io ora ho una bimba che è nata a Maggio ... rosa fra le rose ... e volevo dirtelo
Lei mi aderisce al corpo così perfettamente, in una maniera che non ricordo di aver fatto con te, non posso ricordare io  ...  e anche questo volevo dirti ... e sapere se succedeva anche a te ... con me
Io non ricordo più come era svegliarsi e prendere il caffè con te ... perchè quei ricordi li tengo ben chiusi a doppia mandata ... spero siano da qualche parte ...
Tu sei e resti in ogni mio caffè ... nel modo in cui tengo il cucchiaino infilato fra le dita mentre lo bevo
Tu sei e resti nel modo in cui parlo ai miei figli come se capissero tutto da quando avevano 5 giorni.
Tu che ti chiudevi a suonare il piano e io che venivo a sentire e non capivo perchè smettevi ...
ora capisco, capisco tanto, sono lì lì per capire tutto.
Tu sei nei miei silenzi, nei miei caffè, nei miei bastoncini bruciacchiati, nei miei sorrisi e in tutte le girandole e  lucciole del mondo.
Tu sei magia ... l'ho detto quel giorno ... lo ribadisco oggi ... volevo dirtelo






4 commenti:

  1. ed io piango, perchè l'ho ritrovata in alcuni tuoi piatti cucinati con amore, ma senza tanta perizia, è l'amore vince sempre con la perizia, anche se a volte non lo dico e non lo ricordo...F

    RispondiElimina
  2. ... che bello vedertelo scrivere

    RispondiElimina
  3. O magarr : "che bello leggerlo"?;)

    RispondiElimina