martedì 6 maggio 2014

San Martino

Vengo a correre, il Napoli gioca. 
Arrivo fin quassù e siamo pochi. Guardo giù e invece di vedere Lei in tutto il suo putrido splendore vedo le donne.
Vedo la donna che sono stata, la donna che non sono stata, la donna che sono e quella che mai sarò.
E mi domando se mai mi sentirò ancora libera.


4 commenti:

  1. ..mmm..ci tormenta la stessa domanda...

    RispondiElimina
  2. la corsa è uno sport pericoloso ... il cervello abballa!

    RispondiElimina
  3. proprio in questi giorni mi tormenta la paura di dover rinunciare a lavorare e allo stesso tempo il senso di colpa per il fatto di sentirmi così. .....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... non devi sentirti in colpa ...
      hai lavorato anni per essere dove sei ...
      preparati a u a vita di sentimenti contrastanti ... ;)

      Elimina